Volatili notturni antizanzara

Standard

Cliccando a caso sul web, ci è capitato di incontrare diversi articoli interessanti su un tema comune: l’anno 2011-2012 è stato proclamato year of the bat … proprio così, i tanto temuti pipistrelli vengono riscoperti tramite il loro ruolo nell’ecosistema con progetti di conservazione e ripopolamento; vengono sfatate inutili credenze popolari che vedono i chirotteri come simbolo di stregoneria e magia nera…in realtà questi piccoli animaletti svolgono una funzione non trascurabile nelle nostre città.

In Cina e nel resto d’Oriente ( diversamente dalla cultura occidentale) sono emblema di prosperità, fortuna, spesso associati alla medicina antica o a danze propiziatorie che ne mimano i movimenti del volo. Questi mammiferi però presentano una particolarità: ogni esemplare è in grado di mangiare all’incirca 10 MILA INSETTI a NOTTE, di cui 2 MILA sono ZANZARE!!! Che dire allora: forse, piuttosto di respirare inutili e dannosi intrugli chimici spray dagli effetti non proprio salutari, è meglio ricorrere all’aiuto di questi esseri curiosi!

Ospitare i chirotteri è semplice basta attrezzarsi con una «cuccia» per pipistrelli o Bat Box ossia un parallelepipedo di legno di betulla di circa 35 cm per 60, spesso soltanto 5 (i pipistrelli, tolte le ali, sono piccoli: lunghezza dai 5 ai 7 cm e peso tra i 5 e i 15 grammi), assemblata con collanti e coloranti inodore, che altrimenti respingerebbero l’aspirante inquilino. Potete cimentarvi con del semplice bricolage per fabbricare la vostra Bat Box  oppure le trovate, già costruite, presso l’Oasi Valpredina a Cenate Sopra -Bg- o presso la sede del Parco dei Colli in Valmarina (Loc. Ramera) -Bg-. Il riparo va posto ad almeno 4 metri dal suolo in pieno sole o in ombra totale (le femmine amano il caldo, i maschi il freddo); il periodo migliore per installare i rifugi è marzo quando i pipistrelli escono dal letargo invernale.

Dove vanno posizionati i ricoveri in legno ?? Su alberi, soffitte, balconi, sotto il culmine dei tetti, fessure e in luoghi quindi poco disturbati , mai montarle su superfici di metallo o in aree troppo illuminate da forti luci durante la notte perché difficilmente verranno abitati.

Va inoltre sottolineato che molte specie di pipistrelli sono insettivore (quelli che si vedono generalmente danzare attorno ai lampioni) ma esistono anche pipistrelli che succhiano il nettare dei fiori, altri che si nutrono di frutta e perciò, al pari delle api, sono ottimi impollinatori, mantengono intatti ecosistemi di vita vegetale e disseminano piante tropicali.

Quindi quest’ anno preferisco mettere da parte l’idea del pipistrello “alla Dracula” o che si aggrappa ai capelli e beccarmi meno punture di zanzara  magari respirando poche schifezze spray da supermercato!

La redazione

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...