Sottovoce Duo and Chiara In Berlin

Standard

La sua voce sembra uscita da una corda vocale di Norah Jones/Alanis Morrisette/Elisa, e anche il suo genere, orecchiabile e acustico ti avvolge con i suoi colori.

Sotto un albero in mezzo al verde il pezzo What I Do In Berlin si espande come un un sasso nell’acqua che crea onde sottili con accordi semplici e tempi in levare.

Chiara quindi ci dice che  ci sono due cose che vanno avanti parallele, i Sottovoce Duo; Chiara e Matteo e Chiara in Berlin; Chiara alla voce e alla chitarra… Quando torno a Bergamo, mettiamo insieme le due cose. Ho provato a suonare in diversi modi: suonando insieme anche quello che scrivo qui, con Matteo che mi accompagna, ma il risultato non mi convinceva. Le canzoni che ho scritto qui definiscono un rapporto molto più “intimo” che con quelle che ho scritto e sempre suonato con il Sottovoce Duo. Il motivo è semplice: qui “me la canto e me la suono”, di conseguenza anche la struttura delle canzoni in sè si fa più fluida. Le pause, le dinamiche, la velocità dipende tante volte da quello che sento in quel momento. Senza contare che sono imprecisa, e se stiamo suonando insieme giustamente, Matteo si arrabbia. Quindi all’ultimo concerto bergamasco abbiamo/ho deciso di creare due momenti diversi: uno per il Sottovoce Duo, e uno come Chiara in Berlin.

Sono due momenti speciali a sè, come due parti della mia identità e della mia storia.

Con Matteo mi emoziona sempre l’energia che si viene a creare in alcune canzoni, che da sola non potrei mai ricreare, sia perchè lui è tecnicamente molto molto meglio di me che perchè ormai suoniamo insieme da talmente tanti anni che è quasi naturale.
(Chiara)
 
Nic
Qui le principali canzoni dei Sottovoce Duo
Annunci

Una risposta »

  1. Fino a 4 anni fa ero un accanito divoratore di musica, di qualsiasi tipo. Non mi piacevano tanto le hits che impazzavano in radio e su MTV (allora MTV era un canale di musica, e non un’ accozzaglia di reality depressi di serie Z): preferivo piuttosto i piccoli capolavori nascosti che scoprivo sui canali di musica alternativa di SKY, come Brand : New e National Geographic Music.
    Poi, appunto 4 anni fa, quei canali sono stati soppressi, e adesso non c’é più modo di ascoltare canzoni che non siano le solite 10 – 20 in cima alla hit parade.
    L’ unica canzone indie che ho beccato negli ultimi 4 anni (http://www.youtube.com/watch?v=RrhXbkOnqys) mi é arrivata all’ orecchio per puro caso qualche mese fa, mentre zompavo tra i vari blog WordPress. Ringrazierò in eterno il blogger che l’ ha caricata in un suo post (tra l’ altro non ricordo chi sia), perché é davvero un capolavoro, imho.
    Altri capolavori musicali sono quelli che ci hanno regalato i cantanti soul degli anni 70 e 80. Forse la migliore musica mai prodotta da voci umane. Di quel periodo ricordo con piacere:

    Average White Band – Let’s go round again
    The Brothers Johnson – Stomp!
    The Commodores – Lady (you bring me up)
    Dan Hartman – Relight my fire
    Delegation – You and I
    Dynasty – Here I am
    George Duke – Shine on
    Odyssey – Going back to my roots
    Sharon Redd – Can you handle it?
    Skyy – Here’s to you
    Tavares – Heaven must be missing an angel
    Teena Marie – I need your lovin’

    Ascoltale: mi ringrazierai. : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...