Qualche appuntamento nel week-end a Bergamo…

Standard

VENERDI 25 MAGGIO, alle ore 21, presso l’Urban Center, a cura del Movimento Decrescita Felice e di Legambiente di Bergamo, presentazione del libro “Scorie radioattive” di Andrea Bertaglio, vicepresidente del Movimento Decrescita Felice, con la partecipazione di Mauro Sala e Massimo Borsetto.

 SABATO 26 MAGGIO dalle 9 alle 13 in Piazzale degli Alpini, dopo la splendida giornata inaugurale del 26 aprile,  torna  il “Mercato agricolo e non solo” di Bergamo.

Il mercato si ripeterà ogni quarto sabato del mese nello stesso luogo. L’iniziativa – promossa dalla rete di economia solidale Cittadinanza Sostenibile con l’associazione appositamente creata Mercato&Cittadinanza (che già vanta esperienza analoghe ad Albino e Corna Imagna e sta pianificando un’iniziativa in pianura) – mira a promuovere la filiera corta e una sensibilità eco-sostenibile.

Sabato MATTINA ci saranno formaggi, vini, frutta e verdura, miele… delle aziende agricole del territorio e cacao, cioccolato, caffè, tè, riso…. importati dalle botteghe del commercio equo e solidale. Tutti prodotti non solo “a filiera corta” ma realizzati nel rispetto dei diritti del lavoro e dell’ambiente. Un’ottima offerta per il consumatore attento.

Sempre sabato 26, DALLE 9 ALLE 13, in piazzale degli Alpini, “Slow Food Day” in contemporanea nelle piazze d’Italia: – esempio pratico di “Orticoltura Verticale” – giochi sensoriali per bambini e musica in piazza con DJ Ardiman.

DALLE 9.30 ALLE 11, presso l’Urban Center, incontro “Il cibo della libertà. Le nuove frontiere dell’economia carceraria” a cura di Slow Food Bergamo e dell’Associazione Amici Aretè. Intervengono Claudio Bonfanti, presidente Amici di Aretè, Antonio Porcino, direttore del carcere di Bergamo, testimonianza lavorativa di Fabio Canavese. Modera Raoul Tiraboschi, Slow Food Bergamo.

ALLE 11.30, sul piazzale, “Aperitivo Slow” a cura di Slow Food Bergamo, Cooperativa “La Magnolia”, Consorzio Valcalepio. In degustazione i prodotti offerti dai produttori del Mercato. Nel corso del mercato verrà distribuita gratuitamente la nuovissima “Mappa di Bergamo eco-solidale” che presenta ben 91 punti eco-solidali, rigorosamente selezionati secondo precisi requisiti di ecosostenbilità.

Sabato 26 Maggio alle 21,30 saliranno sul palco del BoPo i

Guignol

ADDIO CANE” è il quarto album dei Guignol; è un viaggio-esplorazione  nel  “mezzo del cammin di nostra vita” anagrafica e artistica, tra gli effetti del pm10 e vaghe visioni oniriche, dalle periferie urbane come dai molti, possibili, luoghi della mente. “Addio cane!” è anche una sorta di commiato, la fine di un ciclo, attraverso anche alcune memorie personali, storiche e di gioventù, di fronte a un fragile presente e a una miope o strabica visione futura.I Guignol nascono nel ’99, mescolando influenze blues e folk a echi di chansonnier francesi e italiani, assumendo col tempo una sempre crescente fisicità e irruenza ritmico-rumoristica, tra intense ballate e sfuriate punk-blues. Il primo album, pubblicato nel dicembre 2005, “GUIGNOL” rappresenta una visione insieme interiore e lucidamente critica del vivere il presente in una realtà urbana decaduta come quella di Milano e più in generale del Paese, un album di rock figlio diretto di un “blues” malato, intriso di rumorismo, minimalismo e intimamente vicino al rock d’autore più rabbioso e malinconico. Nel luglio 2006 partecipano al festival “ArezzoWave” come ospiti della rivista “il Mucchio Selvaggio”. “ROSA DALLA FACCIA SCURA” (2008) Llilium/Venus, è il secondo album dei Guignol. E’ del 2009 la realizzazione dell’EP acustico, “CANZONI DAL CORTILE“, con la ripresa di alcuni brani della prima ora in veste acustica e in aggiunta il singolo “Farfalla” (in top ten nella indie music like del MEI per diverse settimane). Con “UNA RISATA CI SEPPELLIRA’”, il loro terzo album, i Guignol imbracciano le armi” della satira e della parodia,dentro e contro il conformismo e i luoghi comuni, la propaganda di regime, il populismo becero da videocrazia.  E’ una risata grassa e amara su una disfatta umana e culturale, un arrivederci (forse) in un futuro migliore o perlomeno diverso.I  Guignol sono: Pierfrancesco Adduce – voce / chitarra; Stefano Caldonazzo – batteria; Giulio Sagone – basso;

Alberto de Marinis – chitarra / basso / organo

Domenica 27 Maggio alle 18,30

un appuntamento con un giovane gruppo, i

4 figure in 1 spazio

è una band esistente da 3 anni. Il loro primo lavoro è un demo dal titolo “gente inutile”, disco caratterizzato da un sound grezzo e cupo, con testi in italiano a tratti cupi e decadenti, a tratti trasognati e speranzosi oppure cinici rabbiosi e critici, volti sempre verso la ricerca (senza mai trovarne però la vera radice) del male psicologico che caratterizza questa schizofrenica epoca di cui facciamo parte.La musica è una commistione di generi frutto delle diverse radici dei componenti della band: si va dal rock’n’roll più grezzo al punk del 77 fino al grunge il tutto miscelato in modo abbastanza originale.Le 4 figure sono Stefano Mangili tastiere e voci – Paolo Zanchi chitarra tastiera armonica – Roberto Todeschini basso e cori -Icaro Masseroli percussioni e dijeridoo.

… E ALLORA PERCHE’ MANCARE…

Mat

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...