Vecchie Ricette, Nuovi Prodotti: Sapone Per Lavastoviglie

Standard

Questo blog ha già dato voce a chi, nella crisi, ha trovato un’opportunità di vita diversa. Certo, in questo caso parliamo di una ragazza che, perso il lavoro, si è trovata a doverne inventare un altro, ma il risultato non cambia poi molto: se guardo il video della Pasticceria Anita vedo una ragazza che ha fatto una scelta diversa, meno consumistica, che guarda al passato e che sicuramente non ha rinunciato ad una “vita felice” per questo.

Ho riflettuto sul concetto di “scelta che guarda al passato” e la conclusione a cui sono arrivata è che lei, e le persone che come lei hanno scelto di decrescere, non sta guardando al passato ma al FUTURO! Si, perché ho il dubbio che oggi come oggi i concetti di benessere/malessere si siano un po’ distorti.

Io non sono immune dall’acquisto folle e nemmeno penso che dovremmo tutti mollare il lavoro per darci all’autoproduzione e alla vita frugale; però vedo che c’è tanta gente che come me è incuriosita da questo stile di vita e vuole fare la sua parte per riportare il concetto di benessere alla sua giusta definizione. Penso che sia questa curiosità che fa la differenza tra guardare al passato e guardare al futuro: le persone che scelgono di decrescere non lo fanno per ignoranza, al contrario, lo fanno perché si sono informati e hanno scoperto che l’alternativa al consumo usa e getta c’è.

Insomma, non mi faccio le cose in casa perché sono obbligata a farlo, al contrario, lo faccio perché sono libera di fare ciò che voglio ed ho scelto di fare così, e spesso risparmio!!!

Il mio nuovo passo per mettere in pratica il concetto di  “riduci ciò che compri, ripara ciò che puoi, riusa ciò che hai” è il detersivo per la lavastoviglie fatto in casa.

L’idea mi è venuta al supermercato, davanti al reparto detersivo… pastiglie per lavastoviglie, pastiglie 2 in 1, pastiglie 3 in 1, pastiglie 5 in 1… 5 in 1?!?

Cosa diamine ci sarà mai in queste pastiglie 5 in 1?!? Fammi dare un occhio all’etichetta…

L’etichetta!!! Dovrei imparare a consultarla sempre!!!

Tralasciando la componente chimica che non è di mia competenza (anche se mi domando a cosa servano i coloranti e il profumo presenti nell’inci) il mio sguardo è stato catturato dalla simbologia presente sulla confezione: prodotto pericoloso in caso di contatto con pelle, occhi o di ingestione, più il simbolo di prodotto irritante.

A questo punto mi sono chiesta se potevo evitare di usare prodotti chimici per lavare i piatti, in fin dei conti sul piatto ci mangio…

Il risciacquo elimina tutte le tracce di detersivo? Sicuro che non ingerisco nulla di tutto ciò? E poi, quanto inquinano?

Come sempre con un po’ di ricerca si scopre che l’alternativa c’è! In casa possiamo fare un detersivo per lavastoviglie economico, efficace e bio.

Pronti? Iniziamo!

Cosa ci serve:

  • Un coltello;
  • Un frullatore;

Ricetta per 6 lavaggi:

  • 1 limone;
  • 66 ml di aceto
  • 130 ml di acqua
  • 66 gr di sale fino

Prendiamo i limoni li tagliamo in 4/6 pezzi in modo da poter eliminare tutti i semi poi mettiamo i pezzi di limone il sale fino e un po’ di acqua nel frullatore e cominciamo a frullare. Dobbiamo accertarci di frullare molto bene la nostra poltiglia, se non è frullata bene potrebbero rimanere residui sui piatti.

Quando siamo soddisfatti della “frullata” prediamo una pentola, versiamo acqua, aceto e poltiglia di limone e facciamo bollire per 10/15 minuti, usando l’accortezza di “spezzare” con la frusta gli eventuali grumi che si possono formare e stando attenti che “non attacchi”.

Piccolo trucchetto!!! Siccome ho sempre letto che lasciare i piatti in ammollo nell’acqua di cottura della pasta aiuta a sgrassarli, io ho fatto il detersivo dopo pranzo, utilizzando proprio quell’acqua! Doppio risparmio!

Ora il detersivo è pronto, versiamolo ancora caldo in un recipiente di vetro, tappiamo e lasciamo raffreddare a “testa in giù” come si fa per le marmellate.

Quando sarà il momento di lavare i piatti basterà mettere due cucchiai di detersivo al posto della classica pastiglia e fare il lavaggio a cui siamo abituati.

E’ decisamente economiconon richiede molto tempo per la preparazione, in venti minuti il detersivo è pronto, inoltre possiamo moltiplicare le dosi in modo da prepararlo una volta ogni tre mesi.

Autorecensione. (Aspettiamo le vostre!)

Ho provato, ovviamente, e funziona!

Unico neo che ho riscontrato è che i bicchieri restano leggermente opachi ma comunque visibilmente puliti!!!

Eccovi una mini videoguida di supporto.

La Bagi.

Annunci

»

    • Ciao Laura!
      Questo prodotto sostituisce sia il detersivo che il brillantante MA NON il sale.
      Inizialmente ho provato a lavare settando la lavastoviglie su “multi-tabs” e il risultato ottenuto era quello di stoviglie pulite ma opache (è solo una questione estetica).
      Ora ho riempito il vano del sale e utilizzo il programma base di lavaggio e l’effetto opaco è sparito!
      L’unica accortezza che uso è quella di aprire la lavastoviglie almeno mezz’ora dopo il lavaggio.

  1. Pingback: Alla Ricerca dei Sapori Perduti « Agripensar

  2. Pingback: Vecchie ricette, Nuovi Prodotti: trucchi per una casa ecologica e pulita /1 « Agripensar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...