Una mela al giorno, toglie il medico di torno… anche se è fuori stagione?

Standard

Da piccoli le nostre mamme ci hanno insegnato che mangiare frutta e verdura fa bene, sono un’ottima fonte di vitamine, fibre, acqua e, con le loro poche calorie, sono la merenda perfetta per tutti, anche per chi è in perenne lotta con la bilancia.
Anche la saggezza popolare ci ricorda che “una mela al giorno toglie il medico di torno”, ma forse sarebbe meglio dire “da giugno ad agosto, un’albicocca al giorno toglie il medico di torno” oppure “in autunno un’arancia al giorno toglie il medico di torno”… insomma frutta e verdura fanno sicuramente bene, ma frutta e verdura di stagione fanno sicuramente meglio!

Perché?

Perché la natura è come una brava mamma, sa cosa è meglio per noi!
Se stiamo attenti alla stagionalità della frutta scopriamo cose molto interessanti.
In autunno la natura ci regala pompelmi, arance, mandarini, zucche e cachi. Tutti questi frutti sono ricchi di vitamine che aiutano il nostro sistema immunitario a proteggerci dai mali causati dall’arrivo del freddo e a contrastare la stanchezza. Per quanto riguarda la verdura invece l’autunno è la stagione di broccoli, verze e spinaci, ricchi di sali minerali e antiossidanti, ideali per la circolazione che con il freddo tende a rallentare.
In estate, invece, nei campi regnano fragole, angurie e meloni, ricchi d’acqua e molto dissetanti, che ci aiutano a combattere il caldo; oppure albicocche che con la vitamina A ci aiutano a proteggerci dal Sole.
Infine, mangiare frutta e verdura di stagione ci permette di tenere una dieta molto varia.

Perché frutta e verdura di stagione sono più sane, buone e rispettose!
Per poter avere sulle nostre tavole frutta e verdura non di stagione le possibilità non sono molte.
Se frutta e verdura devono fare parecchia strada prima di arrivare sulle nostre tavole, durante il tragitto perderanno parte dei loro valori nutrizionali. Un’altra possibilità è quella della coltivazione in serra, ma per far crescere le piantine in una situazione climatica avversa, non sempre è sufficiente regolare artificialmente caldo e luce, se l’industria di frutta e verdura fa ricorso a sostanze chimiche per aumentare la produttività “in stagione” l’uso di pesticidi aumenta “fuori stagione”; il risultato di tutto ciò è un prodotto bellissimo ma sicuramente meno saporito.
Inoltre frutta e verdura “fuori stagione” sono molto inquinanti, vuoi perché arrivano dall’altro capo del mondo e devono viaggiare per migliaia di chilometri, vuoi perché sono state coltivate in serre riscaldate.

Perché frutta e verdura di stagione permettono di risparmiare anche qualche euro sul bilancio familiare!
La cosiddetta filiera corta, o meglio a chilometro zero, permette la riduzione dei costi di movimentazione, logistica e stoccaggio; di conseguenza l’incidenza di queste voci sul costo finale è minima. L’evitare inoltre il riscaldamento delle serre (per di più in periodi come questo di forte utilizzo di combustibili fossili) diventa una doppia occasione di rispetto del ciclo naturale e ulteriore occasione di risparmio coscienzioso.

Districarsi tra frutta e verdura per scegliere quella che è veramente di stagione però, non è cosa da tutti, soprattutto ai giorni nostri dove i banchi di frutta e verdura dei supermercati sono sempre rifornitissimi di primizie ed altri frutti fuori stagione praticamente tutto l’anno.

Per questo motivo, noi di Agripensar, abbiamo pensato di fare con voi la lista della spesa e suggerirvi mese per mese i prodotti da mettere nel carrello!!!

LA SPESA D’AUTUNNO

settembre
frutta: anguria, fico, mela, melone, pera, pesca, susina, uva.
verdura: bieta, broccolo, carota, cavolo, cicoria, funghi, melanzane, patate, peperone, pomodoro, porro, radicchio, ravanello, rucola, spinacio, zucca.

ottobre
frutta: cachi, castagna, mela, pera, pesca, uva.
verdura: bieta, broccolo, carciofo, carota, cavolfiore, cavolo, cicoria, finocchio, melanzane, patate, pomodoro, porro, radicchio, rucola, spinacio, zucca.

novembre
frutta: arancia, cachi, castagna, kiwi, mandarancio, mela ,pera.
verdura: bieta, broccolo, carciofo, carota, cavolfiore, cavolo, cicoria, finocchio, patate, porro, radicchio, rucola, spinacio, zucca.

dicembre
frutta: arancia, kiwi, mandarancio, mela, pera.
verdura: bieta, broccolo, carciofo, carota, cavolfiore, cavolo, cicoria, cima di rapa, finocchio, patate, porro, radicchio, spinaci, zucca.

La Bagi

Annunci

»

  1. Pingback: Alla Ricerca dei Sapori Perduti « Agripensar

  2. Pingback: Il Tempo degli Agrumi « Agripensar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...