Crudeltà ed abbandono a lieto fine. Birba: storia di una rinascita.

Standard

Birba ha circa venticinque giorni e vive con noi da soli tre: è un gattino aggrappato alla vita. Piano piano si sta adattando a una nuova esistenza lontano dalla mamma e dai suoi fratellini, sta imparando a mangiare latte in polvere da un mini biberon e dovrà imparare la legge della vita da solo.

Questa è la sua storia.

Immagine
Non tutti hanno la capacità e la sensibilità di amare gli animali… non sempre la bestia è quella che cammina a quattro zampe.

Mercoledì primo maggio stavo facendo un giro in bicicletta lontano da casa con mio marito, in una strada di campi, con case sparse un po’ qua e un po’ la… ad un certo punto lo vedo fermarsi di colpo, scendere dalla bici e ritornare indietro con lo sguardo lungo il fossato: ad attirare la sua attenzione è stato un unico flebile miagolio.
Il sospetto che si trattasse di un micino in difficoltà si è subito trasformato in una realtà ben peggiore. Nel fosso, ben chiuso e sigillato in una borsa di nylon non c’era, infatti, un solo gattino ma addirittura cinque: un’intera famigliola. I cinque fratellini si stringevano tra loro, sporchi, sudati, tremanti e allo stremo delle forze, troppo deboli per aprire gli occhietti.

Solo Birba ha avuto la forza di lanciare un’ultima richiesta di aiuto, un piccolo “miao” che ha salvato la vita a lui e hai suoi fratellini.

Immagine
Un gesto atroce, compiuto da gente senza cuore e senza rispetto per la Vita, che per disfarsi di una “fastidiosa cucciolata” ha pensato che il modo migliore per farlo fosse strappare i cinque cuccioli alla loro madre, chiuderli in un sacchetto e buttarli ancora vivi in un fosso.

Anche se a lieto fine, questa è una storia difficile da raccontare: abbiamo sfortunatamente avuto la riconferma che non ci sono limiti all’indecenza, che la superficialità e l’ignoranza fanno parte dell’uomo. Purtroppo non mi riferisco solo a chi ha abbandonato i gattini, ma anche ad alcune persone cui ci siamo rivolti per avere un aiuto, ma che ci hanno voltato le spalle incuranti.

Ma non sono tutti così, c’è anche ci agisce col cuore.
Ci eravamo ormai rassegnati a mettere i gattini nel cestino della bicicletta e pedalare verso casa, quando passano di lì Alfonso e la sua famiglia. Alfonso ha subito capito la situazione e senza pensarci troppo è tornato a casa per prendere uno scatolone e delle vecchie coperte per tenere i micini al caldo, per poi portarli ad una sua zia “gattara” che li ha puliti e si è offerta di tenerli con sé per la notte, promettendoci che l’indomani li avrebbe portati all’Enpa di Conegliano.
Ovviamente da amante dei gatti, non ha saputo resistere, come noi, e ne ha subito adottato uno.

Questa fortunatamente è una storia a lieto fine, ma non sempre è così.

Immagine
Ho deciso di parlarne sul blog per sensibilizzare sulle sterilizzazioni e per ricordare a tutti ciò che è scritto nel codice penale. “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 euro a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Ma quello che mi preme più di tutto è lanciare un messaggio:
Usiamo la testa e agiamo col cuore: la vita è un dono e non va gettata nella spazzatura. Le associazioni animaliste esistono, le soluzioni giuste anche.

Un immenso grazie ad Alfonso e alla sua famiglia!

La Bagi.

Annunci

»

  1. Ciao sono la cugina di Alfonso e mi hai commosso con ciò che hai scritto. I micetti stanno bene bevono tanto latte, corrono (un po instabili 🙂 ), giocano e cominciano a giocare tra di loro. Ho un amico che ne vuole uno, uno lo tengo io (Principessa) e per l’altro rosso spero di trovare qualcuno di affidabile. Purtroppo il gattino scuro non so se ce la farà, non vuole il latte e passa tutto il tempo a dormire con respirazione scarsa. Stiamo facendo il possibile per tenerlo tra noi.
    Purtroppo c’è poca gente come voi, che Vi siete fermati. Questi gattini mi riempiono le giornate, sono speciali ed è tutto merito Vostro!
    Grazie di cuore.
    Bea.

    • Bea grazie a te!
      Non tutti si sarebbero presi ben 4 micetti in casa!
      Il gattino scuro è quello che ha sofferto più di tutti, povero cucciolo aveva la testolina annodata in quella maledetta borsa.
      Sto chiedendo a tutti se vogliono adottare un gattino… se trovo qualcuno ti faccio sapere.
      Oggi devo chiamare la veterinaria per Birba perchè va sverminato e provo a chiederle qualche consiglio per il suo fratellino…
      A presto!

      • Grazie mille! La “gattara” 🙂 ha detto che x sverminarli basta l’enterogermina (quella che prendiamo noi esseri umani)..e funziona! Bacii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...