Archivi categoria: Biologia Marina

Monitoraggio della biodiversità nelle barriere sommerse

Standard

Sabato 8 Giugno 2013 i sub della società Sub Tridente di Pesaro, in collaborazione con Reef Check Italia Onlus e il Parco San Bartolo hanno realizzato un monitoraggio della biodiversità nelle barriere sommerse dell’area marina antistante il monte San Bartolo. L’iniziativa ha coinvolto più di 30 subacquei.
http://www.youtube.com/watch?v=XnhceKPvb4U

Filippo

Amici Animali: tutto un mondo in un acquario.

Standard

“Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio più grande esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza”
[Big Fish]

Pesce rosso Agripensar

Lo sapevate che il Pesce Rosso può vivere tranquillamente 25-30 anni e che la loro lunghezza media è di circa 30 cm?
Io no!
La cosa mi ha lasciata un po’ perplessa. … ero convinta che avessero una vita molto breve. Poi mi sono ricordata di quando ero piccola e dei miei pescetti rossi da luna park… soprattutto di quando d’estate siamo andati al mare e mio papà ha trasferito i pesciolini nella vasca d’acqua dell’orto. Beh, ritornati dal mare i miei pesciolini si erano trasformate in delle carpe!!! Ovvero, erano diventati dei pescioni da almeno venti centimetri, ed effettivamente, li hanno avuto vita lunga.
Mi sono anche chiesta, chissà se sono io che vivo fuori dal mondo, o se effettivamente ci siamo fatti un’idea sbagliata sui pesci rossi. Dalle mie indagini in merito è emerso che la maggior parte della gente si è fatta la stessa mia sbagliatissima opinione su questi buffi animali.
Credo che il pesce rosso sia il primo animale a cui pensa un padrone alle prime armi, non richiede particolari cure, non ha esigenze particolari ed è un animaletto che cattura la simpatia dei bambini.

Ma siamo sicuri che sia un animale così semplice da gestire? O meglio, siamo sicuri di sapere come si fa? Soprattutto se riteniamo che sia giusto trattarlo con la stessa cura e amore con cui tratteremmo un cane e un gatto, facendo il possibile per dare loro sempre il meglio.

Prima cosa… al luna park si va per divertirsi sugli autoscontri, sbaciucchiarsi nel tunnel dell’amore, mangiare lo zucchero filato… ma non si va per vincere i pescetti. I pesciolini rossi si prendono in un negozio per animali serio ed affidabile.
Nei luna park i pesci sono tenuti in condizioni estreme; è vero che il pesce è un’animale che ama stare in branco ma questo non vuol dire che apprezza le vasche sovraffollate senza spazio (e acqua) a sua disposizione.
Chi ha intenzione di comprare un pesce di solito acquista l’acquario qualche settimana prima, in modo che quando arriva l’ospite, l’habitat e il clima ideali si sono già creati.
Se invece arrivate a casa con un pesciolino rosso in un sacchetto e non sapete cosa fare, beh, così, giusto per passare la notte, può andar bene un qualsiasi contenitore a cui per precauzione va messa una retina in modo che il pesce non guizzi fuori.

Presi provvedimenti di emergenza, vediamo come fare per curarli, alimentarli e farli vivere nel modo corretto.

Innanzi tutto va detto che i pesci sono animali che amano la compagnia, per questo andrebbero tenuti almeno in coppia, poi è importantissimo capire che il pesce non va tenuto in una boccia.
Come detto, il pesce rosso è un animale che cresce molto, e quindi se decidiamo di prendercene cura dobbiamo munirci di un acquario di almeno 50 litri, in modo che il nostro amico abbia modo di muoversi e rovistare come in natura.
Ovviamente l’acquario va tenuto pulito, quindi informatevi bene sui come farlo e con che frequenza cambiare l’acqua.

Come per tutti gli animali, anche l’alimentazione è importante. I pesci sono animali ingordi quindi sarebbe una buona regola nutrirli un paio di volte al giorno dando loro un quantitativo che possa essere consumato nel giro di pochi minuti: è più facile che un pesce muoia perché ha mangiato troppo che non il contrario e questo è dovuto dalla nostre cattive abitudini. Altra cosa da sapere è che i pesci sono animali onnivori ma ciò non significa che è giusto dar loro da mangiare pane, biscotti, formaggi e avanzi di salame!

Questi sono solo dei consigli base che permettono a un pesce rosso di vivere, e non sopravvivere, nei primi due anni di vita o poco più, dopo di che i pesci andrebbero trasferiti in un aquario molto più grande, che lasci a disposizione di ogni pesce circa 80-100 litri di acqua.
La cosa migliore sarebbe trasferirli in un laghetto… come i pesci di quando ero piccina io.

La Bagi.